Ottimizzare le foto in WordPress

Ottimizzare le foto in WordPress

Perché ottimizzare le foto in WordPress?

Le immagini rappresentano mediamente il 21% delle dimensioni di ogni pagina web esistente su internet. Ottimizzare le foto in WordPress quindi è davvero importante.

Il principale vantaggio dell’ottimizzazione delle immagini è ovviamente che ne gioverà la velocità di caricamento delle pagine ed è statisticamente provato che se la vostra pagina impiega troppo tempo per caricare, i visitatori potrebbero stancarsi di aspettare e passare a qualcos’altro.

Ma non è solo una questione di velocità. Da piu di un anno Google ha ufficialmente ammesso che anche la velocità di caricamento contribuisce al ranking di un sito Web e spesso viene legato questo nuovo parametro al sorpasso del traffico mobile su quello desktop il quale evidentemente è maggior influenzabile da fattori di banda e di volumi di traffico.

Dunque è importante conoscere le caratteristiche dei formati e degli strumenti utili a comprimere il loro peso senza perdere eccessivamente in qualità.

 

Scegliamo il formato giusto

Prima di iniziare a modificare le immagini, assicurati di aver scelto il tipo di file più adatto. Esistono diversi tipi di file che è possibile utilizzare:

  • PNG – produce immagini di qualità superiore, ma ha anche una dimensione di file maggiore. È stato creato per essere un formato senza perdita di dati, sebbene possa essere anche con perdita di dati.
  • JPEG – utilizza l’ottimizzazione con perdita e senza perdita di dati. È possibile regolare il livello di qualità per un buon bilanciamento di qualità e dimensioni dei file.
  • GIF – utilizza solo 256 colori. È la scelta migliore per le immagini animate. Usa solo compressione senza perdita di dati.
  • JPG progressive – cioè che sono mostrate progressivamente mentre vengono caricate in pagina.

 

Le dimensioni contano

Se disponiamo di una fotocamera professionale tipicamente lavoreremo a 300 dpi (punti per pollice), se teniamo conto del fatto che normalmente i monitor lavorano con soli 72 dpi, ne consegue che non serve a nulla una tale densità.

Stesso discorso per la grandezza delle immagini. E’ inutile proporre per il nostro sito specializzato in corsi di trading delle foto di 3200 pixel di larghezza, sia perche un monitor che si rispetti avrà settata una risoluzione di 1920 pixel (FullHD) e sia perchè i nostri utenti non saranno interessati certo alle nostre splendide immagini sulle Bande di Bollinger.

 

Come ottimizzare le nostre foto

Una volta avremmo detto: perchè non usi Adobe Photoshop per ottimizzare le tue foto? Peccato che non tutti possono permettersi questo genere di software,  spesso troppo costosi e fuori budget per webmaster e programmatori che hanno ben altro in testa.

Esistono fortunatamente una varietà di servizi gratuiti online  che offrono risultati davvero sorprendenti:

Kraken in particolare permette la compressine e l’ottimizzazione massiva di foto quali JPG, PNG e GIF. Al termine della compressione online è possibile scaricare le foto compresse una per una o in in formato zip per risparmiare tempo. Con Kraken puoi anche esportare file su Dropbox o importare file da Box, Dropbox o Google Drive.

Ottimizzare le foto in WordPress

Per fortuna esistono numerosi plug-in gratuiti per ottimizzare le foto in WordPress. Tra i più importanti riportiamo i seguenti per ordine di numero di download:

Quest’ultimo plug-in, totalmente gratuito, permette di ottimizzare tutte le nostre foto in un istante. Per fare questo è necessario solo registrarsi al sito con un account gratuito per ottenere le API e collegare il plugin ai servizi di ottimizzazione di Imagify.io.

Ricordiamo che Imagify è sviluppato dallo stesso team di WP Rocket, il che è già una garanzia di successo e di serietà.

Ottimizzare le foto in WordPress è semplice, avremo una sola finestra con tutte le configurazioni a portata di mano e potremo così decidere se ottimizzare automaticamente tutte le immagini che caricheremo d’ora in poi sul nostro sito, fare un backup delle nostre immagini, eliminare tutti i metadati EXIF per alleggerirle e se ridimensionare automaticamente le immagini molto grandi.

Ottimizzare le foto in WordPress

 

imagify worpress settings

 

Inoltre Imagify permette di selezionare delle cartelle specifiche per l’ottimizzazione massiva di immagini e, attraverso lo strumento chiamato Visual Comparison è possibile vedere in anteprima i risultati dei diversi livelli di compressione dell’immagine.

imagify visual comparison

 

Inoltre Imagify permette di ottimizzare i singoli file caricati in precedenza in modo molto intuitivo. Se andiamo nella nostra libreria dei media noteremo che ora sia presente una colonna chiamata Imagify. Questa colonna, oltre a riassumere il risparmio in termini di KB nel caso in cui l’immagine sia stata già compressa/ottimizzata, ci permette di modificare il livello di compressione, di ripristinare l’originale oppure ottimizzarla per la prima volta nel caso in cui non sia mai stata ottimizzata:

imagify

Ricordiamo i tre livelli di ottimizzazione presenti in Imagify:

  • Normale: compressione minima
  • Aggressivo:  compressione media (impostazione predefinita)
  • Compressione ultra: massima

Notiamo che non di rado l’ottimizzazione supera il 90% e possiamo assicurare senza rilevanti perdite in termini di qualità o dettagli. La brevità di questa guida ci porta ad un’altra riflessione: ottimizzare le foto in WordPress è davvero molto semplice.

 

Leggi anche:

    1. WordPress Lento? Aggiorna PHP

    2. Chrome DevTools e WordPress
    3. Pacchetti wordpressolutions.it

    4. Content Marketing con WordPress

    5. Area Privata con WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *